Anna Pozzi

Voglia di un nuovo inizio: hai quello che serve per guadagnare scrivendo?

“A settembre inizio. Forse. Se ce la faccio. Ma poi, cosa devo fare davvero per iniziare a guadagnare scrivendo?

Questo discorso interiore ti suona familiare? Settembre è ormai il mese delle grandi promesse e dei grandi inizi lavorativi, molto più di gennaio. Ma senza la giusta bussola e un’idea di percorso… rischi di rimanere al palo. E rimandare tutto al prossimo settembre.

Non farlo accadere: in questo articolo ti guiderò attraverso le mosse giuste da fare per trovare la motivazione che ti sostiene, ottenere i primi risultati e preparare le basi per un futuro in cui potrai davvero guadagnare scrivendo online. Pronto a iniziare?

come guadagnare scrivendo online

Ma dove vai se la motivazione non ce l’hai?

Chiariamoci subito: se vuoi guadagnare scrivendo il talento non ti serve. Affermazione forte? Sicuramente. Ma mi serve per farti capire un concetto fondamentale:

il mondo della scrittura online (e non solo) è di chi si rimbocca le maniche e lavora sodo

Questo vale tanto più per chi, come te, ha intenzione di rimodellare la sua vita attorno alla possibilità di guadagnare scrivendo online e gestire tempi, modi e luoghi del proprio lavoro.

Bella prospettiva, no? Sì, bellissima ma non facile, non immediata. Chiedi a chiunque si guadagni il pane con la scrittura se è stato facile e otterrai una secca risposta: “no”.

Ti do anch’io la stessa risposta: no, non è stato facile. Ma è stato bellissimo. E lo rifarei un milione di volte. Questa è la motivazione che mi ha sostenuto: il desiderio insopprimibile di farcela.

L’ambizione, la competizione, il desiderio di eccellere nel senso di dare il meglio che puoi sono tutti elementi assolutamente imprescindibili se vuoi guadagnare scrivendo. 

Perché la strada te la dovrai creare tu. A colpi di tentativi. A botte di no e di alcuni, importantissimi, . Il “segreto del successo” si potrebbe riassumere in un solo termine: resilienza.

Cosa significa nella pratica?

  • Non smettere mai di provare
  • Non fermarsi davanti ai primi eventuali no
  • Lasciare andare l’abitudine di lamentarsi
  • Buttare nel cestino il retropensiero “tanto non ce la farò” e le paure collegate

La fatica falla prima… eviterai tanti guai

Ecco, tutto quello che ti spiegherò in questo articolo ha senso solo se di base riuscirai ad acquisire la motivazione giusta. Personalmente ti consiglio di trovarla prima di toccare il fondo. 

Prima di sfiorare un burnout perché il tuo attuale lavoro non ti lascia il tempo di respirare. Prima di fare il conto degli anni buoni che ti resteranno da vivere dopo che sarai riuscito, eventualmente, a conquistare la pensione.

Ti dico questo perché lavorare come copywriter e in generale con la scrittura online non è difficile, nella pratica, ma senza una forte motivazione a sorreggere le tue azioni non andrai da nessuna parte.

L’ho visto in questi anni di formazione in cui ho aiutato persone come te a iniziare: chi si arena lo fa il 90% delle volte per motivi personali, non pratici. Chi prende il volo lo fa perché non accetterebbe un esito diverso. E il fuoco che ha dentro lo spinge a una sola, inevitabile conclusione: farcela.

Vivere una vita migliore è una motivazione sufficiente per dedicarsi alla scrittura online?

freelance copywriter
La risposta per me è chiara: assolutamente sì

Posso raccontarti molto succintamente la mia motivazione. Quella che mi ha spinto fino a dove sono ora, e che confido mi spingerà anche oltre.

Ho scoperto a 23 anni di voler vivere di scrittura. Avevo una strada già disegnata davanti: un posto da ricercatrice in università (per meriti conquistati sul campo, sia chiaro).

Ma poi il mio “sponsor” morì nel giro di un mese per un cancro fulminante. Restai a terra, in tanti sensi, e misi in dubbio tutto. Uscii da quel brutto periodo con una sola certezza: volevo scrivere.

Volevo esprimermi nel modo che sentivo più congeniale. Volevo che esprimermi diventasse un lavoro. Volevo essere pagata per farlo.

Negli anni, poi, ho maturato altre consapevolezze. Eccole:

  • La vita è troppo breve per fare un lavoro che non ti piace
  • Il mio obiettivo principale nella vita è essere felice
  • Il mondo è troppo bello per passare 5 giorni su 7 in un ufficio, o comunque attaccata a un computer
  • Ci sono tante esperienze che meritano di essere fatte e bisogna trovare il tempo per farle
  • Voglio poter passare la maggior parte del tempo vicino alle persone che contano per me

Questi per me sono motivi più che sufficienti per impegnarmi ogni giorno a mantenere il mio status quo, che ad esempio mi permette – come ho appena fatto – di prendermi 14 giorni per viaggiare mentre gestisco le attività lavorative in una manciata di ore nei tempi morti del viaggio.

Poi, ovviamente, c’è l’elemento fondamentale dell’espressione di sé. Ogni volta che scrivo qualcosa, per me o per un cliente, do sfogo alla mia creatività e ottengo un riconoscimento personale. Che mi fa stare bene. Mi fa sentire utile e, in una certa maniera, importante.

Anche solo qualcosa tipo questo (mail del cliente con cui sto lavorando proprio ora. Che per la cronaca, oltre a pagarmi in anticipo mi ha aspettato mentre ero in vacanza mettendo in pausa il progetto):

Ricomincio da settembre. I primi passi per iniziare a guadagnare scrivendo

Torniamo a noi. Capisco la voglia di settembre. Sarà che ci è rimasta dentro la mentalità da anno scolastico, sarà che siamo bombardati di messaggi in tal senso, sarà quel che sarà… a settembre ci piace ricominciare.

E allora ricominciamo! Ma stavolta col piede giusto. Da dove iniziare se vuoi guadagnare con la scrittura online?

Risposta davvero semplice: dopo aver verificato di avere una motivazione sufficientemente forte, fai una verifica delle tue competenze.

Vedi, proprio qualche giorno fa ho ricevuto questo commento sotto a un mio post su Instagram: “Adesso con l’AI i copy avranno una vita ancora più difficile”.

Non è vero. Semmai ce l’avranno più facile (ne ho parlato più volte nella mia newsletter: sei già iscritto?). Però una cosa è vera: i tempi cambiano.

I professionisti devono cambiare con i tempi, altrimenti sono destinati a mangiare una fetta sempre più piccola della torta. La questione dell’intelligenza artificiale mi fa pensare alle competenze per due motivi:

  • È vero, l’intelligenza artificiale sta cambiando il panorama della content creation, e presto chi non sa usarla potrebbe essere svantaggiato
  • L’AI ci ha fatto un favorone: sapendo generare solo copy e contenuti di bassa qualità, ha reso i professionisti della scrittura online ancora più preziosi
  • La conseguenza, però, è che oggi le aziende da noi si aspettano di più

Di più di quello che può fare un’intelligenza artificiale (che in termini stretti di scrittura e creazione di copy, te lo assicuro, è poco). Di più di quello che ci veniva chiesto fino a qualche anno fa.

Ecco perché come secondo passo da fare, dopo la motivazione, ti indico le competenze: perché è indubbio che oggi chi vuole essere pagato bene per scrivere deve avere competenze di qualità.

Formarsi costa? Certo. Ma è un investimento. Quello che investi in formazione ti torna indietro moltiplicato per 10, 100, 1000 e così via. Inoltre considera che la formazione “grossa” la affronti una sola volta.

Dopodiché la affini, lavorando e aggiungendo “pezzetti” di conoscenze/competenze che nulla hanno a che vedere con la formazione intensa e approfondita che devi affrontare per acquisire le basi.

banner download guida copywriting

Perché guadagnare scrivendo online è così difficile?

Lavorare come copywriter e in generale come professionista della scrittura online non è affatto difficile. Ma viene percepito come difficile da chi non riesce a trovare i primi lavori o, una volta trovati quelli, non riesce a “ingranare”.

Perché questo avviene? I motivi posso riassumerli così:

  • Ci si mette a cercare lavori senza avere le necessarie competenze
  • Si cercano clienti e lavori nella maniera sbagliata
  • Si cercano clienti e lavori non adatti alle proprie competenze
  • Non si prova abbastanza, non si fanno abbastanza tentativi

La questione delle competenze è cruciale, l’ho già detto ma te lo chiarisco con un esempio. Quanto credi che siano ricercati oggi i copy/content writer che scrivono contenuti NON ottimizzati per la SEO e che non sono in grado di fare una ricerca di parole chiave?

Ti rispondo io: pochissimo. O meglio, vengono comunque ricercati ma…

  1. vengono pagati una miseria
  2. vengono ingaggiati da aziende/professionisti poco affidabili e che non offrono continuità

Metà, se non di più, di questi clienti si stanno già rivolgendo all’intelligenza artificiale. Ottenendo in cambio un brutto lavoro, non c’è dubbio, ma soddisfando le loro necessità senza bisogno di te.

Oppure prendiamo l’email marketing: un settore super profittevole e con un ROI spaventoso. Però, anche qui, non basta voler scrivere un’email di vendita. Bisogna saperla scrivere.

Bisogna sapere scrivere un buon oggetto, saper strutturare un copy di vendita nella maniera giusta, saper maneggiare lo storytelling e, ancora, saper progettare una campagna in modo che la sequenza di email abbia un senso e produca un risultato.

Non si nasce sapendolo fare. E non basta la volontà di farlo. Servono competenze specifiche, serve che qualcuno ti insegni come si fa.

C’era una volta Melascrivi. Guadagnare scrivendo articoli online è ancora possibile?

Melascrivi c’è ancora. Ma questo tipo di opportunità di guadagno, per chi vuole guadagnare seriamente scrivendo articoli e copy online, non è più praticabile.

Se ti stai chiedendo perché, te lo spiego subito. Guarda il tariffario di Melascrivi per gli autori che scrivono per la piattaforma:

melascrivi piattaforma

Hai letto bene: 0.016 a parola nel migliore dei casi, stop words escluse. Facendo due rapidi calcoli, per un contento di blog ottimizzato SEO lungo 1000 parole potresti guadagnare circa 15 euro.

Se l’articolo è “di qualità giornalistica” arrivi alla bellezza di 40 euro per 1000 parole. Ora ti starai sicuramente chiedendo “quanto può chiedere un copywriter freelance a un cliente per la stessa attività?”

Da un minimo di 80/100 euro in su, a seconda dell’esperienza. Puoi anche chiedere 500 euro per 1000 parole (e molto di più) se le tue competenze e il risultato che sei in grado di portare giustificano la richiesta.

Come mettersi sul mercato e attirare (o trovare) i primi clienti

Tutto questo per dirti che certi sistemi che funzionavano fino a qualche anno fa non funzionano più, o meglio non sono più sostenibili. Bisogna evolversi, bisogna fare quel passo in più.

Guadagnare scrivendo articoli oggi è assolutamente possibile ma bisogna trovarsi il lavoro da sé, proporsi sul mercato con un profilo di qualità e trovare clienti che pagano quello che chiediamo.

Impossibile? Tutt’altro: possibilissimo! Ma niente scorciatoie. Bisogna rimboccarsi le maniche, andare là fuori e trovare o attirare le occasioni giuste. E fare questo richiede preparazione e la giusta intraprendenza.

All’inizio può sembrare una montagna da scalare, ma in realtà mettersi sul mercato non è così difficile come sembra. Certo, ci vuole una massiccia dose di strategia. Cosa intendo?

Che devi capire:

  • Come posizionarti
  • Dove posizionarti
  • A chi rivolgerti
  • Chi cercare attivamente

Dietro a questi 4 semplici punti c’è un mondo, che proverò ora a spiegarti un po’ più nel dettaglio.

Posizionarsi come copywriter freelance: cosa significa?

In estrema sintesi, non sei per tutti e non puoi fare tutto. Devi comprendere la tua unicità e capire come comunicarla agli altri, che poi sono i tuoi potenziali clienti. L’unicità è legata a doppio filo alle competenze e alla tua attitudine. Cosa sai fare? Cosa ti piace fare? Cosa riesci a fare meglio degli altri?

Dove posizionarti: tante strade, non tutte percorribili

Puoi trovare lavoro tramite i canali social, tramite le piattaforme per freelance come Upwork, tramite un tuo sito personale e, ancora, dedicandoti all’outreach, ovvero contattando direttamente potenziali clienti.

Non tutte queste strade saranno ideali per te, soprattutto all’inizio. Ogni canale ha la sua specificità e le sue regole: dovrai imparare a conoscerli ed usarli. Non è banale, non a caso in Copy School ci sono parecchie lezioni dedicate a questo argomento.

A chi rivolgerti: chi sono i tuoi clienti ideali?

Non sei per tutti. Ricordalo bene. Quando capisci per chi sei e lo capisci nel dettaglio, le tue chances di trovare lavoro schizzano in alto perché il bacino dei tuoi potenziali clienti si restringe e si specifica. E tu puoi attirarli a te tramite posizionamento e comunicazione. Esempio pratico: attività locali o multinazionali estere? Professionisti o agenzie di comunicazione? 

Chi cercare attivamente

Dietro il termine outreach c’è un mondo. Ci sono milioni di aziende e professionisti che hanno bisogno di un copywriter o di un professionista della scrittura online. Ma quali di questi potrebbero davvero aver bisogno di te? È compito tuo capirlo. Poi puoi proporti attivamente a queste realtà.

A settembre inizio a guadagnare scrivendo. Questa volta per davvero, però

Settembre è senza dubbio un ottimo mese per ricominciare. A livello di mercato è un mese importantissimo perché:

  • È l’inizio del Q4, l’ultimo quadrimestre dell’anno: le aziende devono raggiungere eventuali obiettivi non ancora raggiunti
  • Fa da apripista alla stagione “calda” delle festività e degli acquisti: Halloween, Black Friday, Cyber Monday, Natale, saldi di inizio anno

Sono tantissime le aziende che aumentano i propri sforzi, anche in termini di contenuti, tra settembre e ottobre. Ed è quindi normale che la richiesta di copywriters aumenti.

Però se non fai tutto quanto sopra – motivazione, formazione, individuazione del mercato, del tuo profilo e dei tuoi potenziali clienti ideali – rimani al palo. 

Le occasioni ci sono per chi è pronto a coglierle. Spero di averti dimostrato che mettersi nelle condizioni di coglierle è questione di strategia, non di talento innato:

  1. Verificare se la nostra motivazione è in grado di sostenerci a lungo
  2. Capire se ci mancano delle competenze cruciali per un copywriter/professionista della scrittura online
  3. Individuare un mercato in cui muoversi
  4. Prepararsi ad attirare/trovare i clienti giusti

Tutto fattibile, con le mosse e i tempi giusti. In bocca al lupo!

Condividi questo articolo
Anna Pozzi
Anna Pozzi

Copywriter e content strategist con un passato da giornalista, oggi si realizza nel formare chiunque desideri lavorare con il copywriting e trasformare la passione per la scrittura in una professione.

Quando non fa ciò, è impegnata ad aiutare le aziende migliori a far esplodere la loro comunicazione.

Nei momenti in cui non ha le mani sulla tastiera o una penna in mano, o è immersa nella natura o sta viaggiando (nei casi più fortunati, tutt'e due).

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *